Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

mercoledì 7 settembre 2011

I bocconcini con chutney di fichi d’india

 9 

Se qualcuno,tempo fa, mi avesse detto: un giorno cucinerai i fichi d’india con le cipolle avrei sicuramente risposto: “ ma siamo matti? Che assurdità!!!Tanto vale che mi metta a mangiare un panino con nutella e sottilette !!!  “ ( però, in gran segreto, vi dico che mia cugina sostiene che è un’accoppiata favolosa,lei ne va matta…..).

Il fatto è che al giorno d’oggi le sperimentazioni,anche le più azzardate,sono il “pane quotidiano” di grandi chef che gareggiano con il fine di destare la “maraviglia” nei commensali.

Nel XVII secolo,in ambito letterario,la poetica in auge era quella di Giovan Battista Marino definita poetica della maraviglia.

Il motto di allora era: “  Del poeta  è il fin la maraviglia,chi non sa maravigliare vada alla striglia “.Ed allora i colpi bassi erano costituiti dalle metafore più azzardate,dalle antitesi,dalle allitterazioni,dalle iperboli.

Quello che era di moda nel ‘600 ,in ambito letterario,ora lo è in ambito culinario.

L’importante è destare stupore,scalpore con odori,sapori,colori le cui combinazioni hanno come risultante preparazioni elaborate,visivamente eleganti e dai sapori inconsueti.

Ebbene,io che non sono certamente una chef,io che ho sempre preparato piatti classici con qualche piccolissima rivisitazione dettata da qualche “genialata” del momento,mi sento “contaminata” da questa volontà di destare “maraviglia”.

Ed ecco che guardando il blog “la formula del biscotto” ho trovato questa particolare ricetta che,a quanto pare,è stata tratta dal libro “la cucina siciliana”la cui autrice è la signora del blog “la cucina di Calycanthus”.

Facendo una ricerca sul termine “chutney” (non mi vergogno a dirlo, a me sconosciuto) ho scoperto che si tratta di salsa agrodolce di origine indiana,a base di frutta,aceto e zucchero,tipica della cucina anglosassone; ho anche letto che i chutney per formaggi sono la nuova generazione di marmellate adatte all’accompagnamento di secondi piatti di carni rosse,oltre che a tutti i tipi di formaggi,sia stagionati che freschi.

Volete sapere se mi è piaciuto? TANTISSIMO!!!!!!Vale la pena rifarlo? Si,senza alcun dubbio.

 

6

 

 8

 

4

Ingredienti:

500 g di cipolle a fettine sottili

16 fichi d’india

150 g di zucchero

un cucchiaino di sale

50 ml di aceto bianco

una stecca di cannella (ne ho messa mezza)

un pezzettino di peperoncino (che ho poi tolto a fine cottura)

un cucchiaino di zenzero in polvere

Inoltre:

pane casereccio

formaggio primo sale (od altro formaggio a piacere)

barattoli per conservare il chutney

 

Dopo aver sbucciato i fichi d’india metterli dentro un passapomodoro e ricavarne del succo.

Prendere una ciotola ed inserire tutti gli ingredienti compreso il succo di fichi d’india; lasciare insaporire per 30 minuti (la ricetta prevedeva due ore).

Trasferire il tutto in un tegame e porre sul fuoco facendo cuocere molto lentamente per circa due ore.

Durante la cottura ho prelevato delle cipolle e le ho passate con il passapomodoro (tenendolo sopra il tegame)al fine di avere delle cipolle a fettine ed altre fatte diventare a crema e ben amalgamate al tutto. 

Ogni tanto controllare la consistenza della salsa e dare una mescolata.

La salsa agrodolce è pronta quando avrà la consistenza di una marmellata.

Fare intiepidire,versare dentro due barattoli (uno piccolo ed uno medio)lasciandone una piccola ciotolina deputata all’assaggio immediato della nuova ricetta e cuocere a bagnomaria per 30 minuti.

Conservare in dispensa avendo così un  antipastino pronto per una cenetta tra amici.

 

 

 

5

 

7


Con questa ricetta partecipo al Contest di "La scimmia cruda"

40 commenti:

  1. davvero stuzzicante questa ricetta!
    baci

    RispondiElimina
  2. Sei la fine del mondo!!!! Ne inventi di tutti i colori. Bellissima e stuzzichevole. Non dirlo a nessuno ma ......tua cugina ha ragione!

    RispondiElimina
  3. ideale per un aperitivo al volo con gli amici... o come antipasto! buona brava

    RispondiElimina
  4. La mia ignoranza sui fichi d’India è totale ma la voglia di metterci riparo cresce ogni giorno di più perchè sto vedendo ricette in giro in questi giorni una meglio dell’altra. E ti dirò, della sperimentazione fichi d’India-cipolle mi fiderei ad occhi chiusi. Un po’ meno di quella Nutella-sottilette, con tutto il rispetto per tua cugina...de gustibus!
    Quei bocconcino col formaggio devono essere strepitosi. Baci, buona giornata

    RispondiElimina
  5. Ottimo chutney! Anche io ignoravo la sua esistenza, ho trovato il termine in un libro "Il club delle ricette segrete" e mi ha incuriosito...dovrò farlo anche io!;) Inoltre è vero è un ottimo accompagnamento per i formaggi!;)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  6. Questi stuzzichini sono veramente una chicca!!! adatti a qualsiasi occasione!! Bravissima!!
    Un abbraccio, M.Luisa.

    RispondiElimina
  7. è un qualcosa di insolito, ma che va provato. Bravissima, molto spesso per scoprire dei gusti speciali bisogna spingersi in là e tu lo hai fatto alla grande

    RispondiElimina
  8. Maria io adoro questi frutti e assaggerei volentieri tutto quello che hai preparato oggi!!
    Bacioni da Agata

    RispondiElimina
  9. Buongiorno e grazie a tutte.....ho un'altra sorpresa con i fichi d'india....

    RispondiElimina
  10. Ciao Mariabianca, è un piacere conoscerti! E soprattutto sono contenta che ti sia piaciuta la sperimentazione. È un'ottima idea quella di passare parte delle cipolle a metà cottura, la consistenza ti sarà venuta più omogenea. A presto

    RispondiElimina
  11. Cara, grazie dell'idea di come usare i fichi d'india! Questa ricetta è favolosa! Un bacione

    RispondiElimina
  12. io invece adoro i chutney e ne ho diversi nella mia dispensa, mi piacciono i sapori dell'agrodolce, con tutte le verdure, questo non lo conoscevo e te lo copio subitissimo....baci

    RispondiElimina
  13. Ciao Mariabianca, sono curiosa di provare questa ricetta, nuova e stuzzicante, grazie per averla postata!

    RispondiElimina
  14. Wow Mariabianca...questa è deliziosa..io adoro tutte le conserve, composte o chutney che dir si voglia da accompagnare a formaggi, salumi ecc.ecc.. questa è veramente particolare ma sicuramente buonissima (essendo di origine sarda conosco bene il sapore del fico d'india..)peccato che qui sia veramente difficile reperire dei buoni fichi d'india...
    Bravissima ^_^ ..un bacione!

    RispondiElimina
  15. che bellissima presentazione:)ti devo fare i miei complimenti hai realizzato una ricetta unica,brava!

    RispondiElimina
  16. Molto intrigante la tua presentazione di questa ricetta,cara amica.E la ricetta sarà di sicuro all'altezza delle tue bellissime foto... ma... che sapore avranno questi benedetti fichi d'india di cui vai favoleggiando in questi giorni? A cosa assomiglia? Li vedo nei super ma.... ecco, mi lasciano perplessa.Sostituibili con....?
    E' vero comunque che i chutney da un po' sono assolutamente cool!!!!
    Buona giornata carissima

    RispondiElimina
  17. Sono senza parole, che acquolina....!!!!

    RispondiElimina
  18. Bellissimo blog, complimenti! :D

    RispondiElimina
  19. Ancora grazie per i vostri commenti.

    RispondiElimina
  20. Questa si che è una ricetta particolare grazie di averla condivisa :)

    RispondiElimina
  21. questa la provo non appena raccoglieremo i nostri e poi ti diro'...grazie per averla provata e postata...poi le belle foto la rendono ancor piu' interessante..baci

    RispondiElimina
  22. ANCH'IO LA DEVO PROVARE DEVE ESSERE BUONISSIMA COMPLIMENTONI;)

    RispondiElimina
  23. Molto particolare, mi incuriosisce molto!
    Ciao

    RispondiElimina
  24. Vuoi sapere se sei riuscita ad incuriosirmi?
    Beh, ce l'hai fatta alla grande!!! :D
    MERAVIGLIOSI!!!!!
    Spettacolari le foto, da manuale! :))
    Baci

    RispondiElimina
  25. Ahahah Mariabianca, ma lo sai che, leggendo il tuo commento di ritorno, sotto il SAL dell'angelo ho pensato: vuoi vedere che Mariabianca si mette a fare punto croce pure lei!?
    Dai sto scherzando. Allora va bene, provo i fichi d'india: hai visto mai che mi piacciano dopotutto?
    Buona giornata e grazie

    RispondiElimina
  26. sarei curiosa di provarla. Non riesco proprio ad immaginarmi il sapore.

    RispondiElimina
  27. Mamma che buona! non so perchè ma la vedrei bene anche con un formaggio di capra fresco fresco. C'è una foto del chutney nel bicchierino che aspetta solo un cucchiaino per l'assaggio...'spetta che vado a prenderlo...

    RispondiElimina
  28. Wow... le accoppiate di formaggi con le salsine ultimamente mi ispirano molto e sono molto chic da presentare. Brava ;)

    RispondiElimina
  29. uno stuzzicante esperimento!! bellissima anche la presntazione! baci

    RispondiElimina
  30. Maria Bianca ti faccio i miei complimenti di cuore, per il percorso del tuo blog, perchè partendo da una cucina di tradizione e rassicurante sei arrivata a una cucina di sperimentazione con il gusto della tradizione!
    Bravissima...e questo chutney mi ispira proprio!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  31. Ciao Maria Bianca! Che bello questo chutney, da tempo lo voglio fare ma poi mi prendono fregole per tante cose che... farò farò :)
    intanto mi lascio stuzzicare da te, le tue foto mi piacciono molto, brava!

    RispondiElimina
  32. che bello,dev'essere buonissimo!

    RispondiElimina
  33. questa si che è una ricetta del tutto originale!!!!

    RispondiElimina
  34. Ragazza miaaa....mi sa che l a"maraviglia" c'è tutta...e pure tanta curiosità nel sentirne il sapore...bene:io adoro sia la cipolla(quella di tropea la mangio come fosse una melaaaa..ihihii..pensa la gioia di mio maritooo alla sera)...e i fichi d'india li divoro a sei a sei(meno male che arrivano anche al nord da un pò...sennò dovevo mangiarne chili e chili ogni volta che scendevo giù in calabria dai miei pe rfarne il pieno per un anno)...e quindi:giuro che ci provo!!!...grazieeee...mille baci,Tè! ;°)

    RispondiElimina
  35. Ciao Mariabianca, il tuo blog sprizza aromi di sicilia da tutti i pori!
    devo convincere mio marito ad andare in questa terra magica, eppoi io vado matta per i fichi d'india..
    un saluto a presto

    RispondiElimina
  36. Un'accoppiata che desta meraviglia. Da provare. L'aspetto stuzzica.

    RispondiElimina
  37. Finalmente riesco a commentare sul tuo blog... non so perché ma fino ad oggi non riuscivo a selezionare l'account, non mi accettava neppure come anonima. :-(
    Dunque, bellissima questa ricetta, molto particolare e secondo me azzeccata.

    RispondiElimina
  38. Ciao, ti ho scoperta tramite Mimma.
    Questa ricetta è favolosa, ma a milano i fichi d'india non hanno certo l'aroma ed il sapore di quelli che avete voi, per cui neppure mi cimento.
    Io la presenza non la posso portare, ma la panza ce la posso mettere, accetti?
    Come posso seguirti passo passo se non trovo i lettori fissi per potermi accodare e non perdere neppure una ricetta?
    Un'abbraccio, Milena d

    RispondiElimina
  39. Grazie a tutte.
    P.S.: ho i "lettori fissi " compaiono e scompaiono....ogni giorno ce n'è una.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...