Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

venerdì 23 settembre 2011

I calzoni di Anna (guardando l’orologio)

10

 

 

Anna è un’amica che viene a villeggiare d’estate nella sua villa di Favignana e lì ci ritroviamo, ogni anno, a parlare di tante cose ma anche a discutere su che cosa cucinare per la nostra solita mangiata insieme che da sempre riunisce amici per una cena all’insegna dell’abbuffata e dell’allegria.

Un anno Anna ha preparato i suoi calzoni e,da allora,non li ho più lasciati. Sono diventati uno dei miei cavalli di battaglia,da fare spesso per cene,per feste di compleanno laddove si faceva tavola calda,per mangiate di fine anno a scuola con i miei ragazzi…insomma ogni occasione è sempre stata buona per proporre questi buonissimi calzoni.

Andiamo al dunque….

7

 

6  5

 

 

Ingredienti:

500 g di patate pesate già bollite con tutta la buccia (circa 4 grosse)

500 g di farina 00

1 uovo

2 cucchiai di olio di semi

40 g di lievito di birra (per 1 kg tra farina e patate)

Sale q.b.

Olio per friggere

 

In un tegame mettere acqua e le patate lavate con tutta la loro buccia,sale e fare bollire. Quando sono cotte,pesarle e tenerne 500 g  (se vi avanzano le potete utilizzare a fette in insalata).Sbucciarle e passarle con lo schiacciapatate.

In una ciotola versare la farina,fare la solita conca al centro ed inserire le patate schiacciate.

A parte sbattere in un piatto fondo l’uovo con una semplice forchetta,unire i 2 cucchiai di olio di semi e sbriciolarvi dentro il lievito di birra (dico bene,il lievito va sbriciolato nell’uovo sbattuto e non sciolto nell’acqua tiepida).

Unire l’uovo alla farina e patate,aggiungere anche del sale (non troppo poco perché altrimenti vengono dei calzoni “scipiti” come si suol dire) ed iniziare ad impastare.

Suggerisco di fare tutta questa operazione usando le patate ancora tiepide e non completamente fredde in quanto il lavoro d’impasto diventa di una facilità disarmante,in pochi minuti la pasta è ben lavorata e compatta.

Senza far lievitare iniziare a fare subito il primo calzone avendo già accanto a sé della mozzarella ben asciutta a panetto tagliata a dadini, del prosciutto cotto a fettine sfilettato con le proprie manine e, se si vuole,delle olive nere snocciolate e fatte a pezzettini più del prezzemolo tritatissimo.

Prelevare una piccola quantità di pasta dalla ciotola, appiattirla con il matterello su un piano infarinato (io non uso il matterello ma allargo la piccola quantità di pasta con le mani facendo un cerchio) e formare un cerchio di pasta che verrà riempito al centro di mozzarella a dadi,prosciutto-se avete paura che friggendo può fuoriuscire la mozzarella,mettete prima il prosciutto a fettina e dentro la mozzarella che verrà così ingabbiata dal prosciutto-e,se volete unite anche  olive nere e prezzemolo. Chiudere il tutto a mezzaluna e premere bene la chiusura dei bordi con pollice ed indice.

A questo punto,dopo aver fatto il primo calzone,GUARDATE L’OROLOGIO,depositate il primo calzone fatto sul tavolo infarinato e sapete che fra 60 minuti potete cominciare a friggere. Naturalmente il secondo calzone lo metterete sul tavolo sotto al primo,il terzo calzone sotto al secondo e così via perché,poi,si cominceranno a friggere i calzoni non prendendoli a casaccio dal tavolo ma con l’ordine stabilito(se nel vostro padellone di frittura ci vanno ad esempio otto calzoni,si inizieranno a friggere i primi otto che avete preparato e non gli ultimi che ancora devono lievitare)

Spero di non essermi persa in chiacchiere inutili e di essere stata chiara….

Un consiglio:prima di infilarli nell’olio bollente,mentre si prendono dal tavolo infarinato,ritornare a schiacciare i bordi con pollice ed indice perché è capitato che,a causa della lievitazione,dai bordi si apre qualche buchetto che potrebbe rovinare l’olio di frittura.

Servirli caldi,tiepidi,freddi,il giorno dopo sono lo stesso fantastici e morbidi (meglio ancora se chiusi dentro un contenitore ermetico,facendoci uscire l’aria e non mettendolo in frigorifero). 

INSOMMA…ANNA MI DICEVA SEMPRE: COME LI FAI FAI VENGONO SEMPRE BUONI…… e aveva ragione !!!!!

Oltretutto non vengono untuosi (forse per la presenza delle patate) per cui se ne possono mangiare a iosa.

Una volta il figlioletto di amici nostri,dopo che il padre, ignaro di quello che avrebbero mangiato a casa mia,gli aveva comprato in una rosticceria due calzoni,ebbe il “coraggio” di mangiarsi 13 calzoni (13 e non 12 o 11….).PAZZESCO!!!!

13+2 precedenti = 15……………no comment!!!!!

Consiglio:se fate doppia dose, fatevi aiutare da qualcuno a fare i calzoni perché,da soli,non ce la fate a finire in un’ora che è il tempo limite per iniziare a friggere i calzoni.

Facendo 500g di patate e 500g di farina,vengono 19-20 calzoni.

Ultimo suggerimento?

Se li riempite con una cipollina lunga,un bastoncino di formaggio primo sale e qualche pezzettino di acciuga diventerete…… calzone dipendente.

 001

008

fotografia scattata di sera,a casa,con i calzoni ancora caldi…

 3

fotografia scattata di mattina,fuori casa,con i calzoni freddi….

 12

 



45 commenti:

  1. Verrebbe voglia nio mangiarne uno anche adesso a colazione. Quel cuor filante stende :)
    Però...che buona forchetta il ragazzino!
    un bacio, buon we

    RispondiElimina
  2. A quest'ora nooooooo cosi buoni quanto mi piace tutto cio che fila!

    RispondiElimina
  3. Buon giorno Mariabianca, a prima mattina mi fai venire una fame nel vedere questi calzoni! Sono meravigliosi! Ti copio subito la ricetta. Ciao

    RispondiElimina
  4. ciao Mariabianca, le tue ricette sono sempre interessantissime! (ho ancora tra i preferiti, da fare, quella bella cremina all'arancia...).
    Questi calzoni mi hanno conquistato! Che dici, possono venire anche se cotti al forno? (so che la frittura è sicuramente "la morte loro" però se posso avere un'alternativa a quel tipo di cottura preferisco).
    Grazie e un bacio

    RispondiElimina
  5. Eccoti, e con una ricetta così chi ti può resistere??
    Mi associo alla domanda di fausta, e ne prenderei uno solo...non 13!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  6. davvero irresistibili...potrebbero convertirmi, io che evito a pie' pari ogni tipo di frittura devo dire che da questa ricetta potrei lasciarmi tentare, sembrano davvero buonissimi e per niente unti!
    a presto!

    RispondiElimina
  7. davvero belli...ne vorrei uno!!!

    RispondiElimina
  8. Adoro i calzoni fritti che in Puglia chiamano panzerotti, ma non avevo mai assaggiato la versione con le patate....da provare....grazie

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia! Quanto devono essere buoni! Anch'io però sono curiosa di sapere se si possono cuocere in forno o nella friggitrice elettrica perchè non ho molta dimestichezza con i fritti... Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Mamma mia che voglia che mi hai fatto venire sono troppo belli e morbidosi!!!Buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  11. Che spettacolo: sono davvero splendidi ed una volta imparata la tecnica immagino ci si possa sbizzarrire con i ripieni, giusto?

    Hai mai provato con un ripieno dolce?

    RispondiElimina
  12. ahahah....ma lo sai che il titolo del tuo blog è troppo bello???? Io lo dico sempre a chi viene a cena a casa mia: non portare niente solo "panza e presenza"...i miei amici romani ormai hanno acquisito questo termine...ahahah!!!!
    Non potevo non unirmi a questo bellissimo blog!!! un bacione, Olga

    RispondiElimina
  13. Notevoli è dir poco! scommetto che se i tuoi ragazzi dovessero scegliere tra calzoni (questi però) e promozione.... nessun dubbio: calzoni! ahahahh
    Ci provo di sicuro. Grazie cara. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  14. li avessi davanti ora, ne potrei mangiare 5-6 uno dopo l'altro !!!

    RispondiElimina
  15. Oddio devono essere deliziosi, ne mangerei a quintali!!! ^_^

    RispondiElimina
  16. questi calzoni adesso sono un delitto!! :PPP
    me ne mangerei una vagonata! che belli!
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  17. io ho preso uno mmmm buonissimo!!!!

    RispondiElimina
  18. Buongiorno a tutte,sono appena tornata da scuola e vi ringrazio per i commenti alle mie ricettine.
    Sconsiglio vivamente di fare questi calzoni al forno(l'amica Anna li ha provati e vengono duri)perchè la loro "morte" è dentro l'olio.Appena posso posterò una versione,completamente diversa,di calzoni al forno (rosticceria palermitana,quella vera,originale..).Intanto provate questi e rimarrete sorpresi per la loro morbidezza.
    Buona giornata a tutte.

    RispondiElimina
  19. Mariabianca...è sempre un piacere immenso leggerti! Ogni tua ricetta è meravigliosa..golosa e stuzzicante! Questi sono spaziali...copiati :-P

    RispondiElimina
  20. ma questi sono da provare,io li faccio in modo diverso ma questi li devo assolutamente provare...................ma 13+2 calzoni mangiati in una sola sera..................ma ............è pazzesco,questo però vuol dire che erano davvero irresistibili :))
    ciao buon weekend

    RispondiElimina
  21. Questi non me li posso perdere!

    RispondiElimina
  22. Ci credo che il bambino ne ha mangiati così tanti... come si fa a resistere. Ti catturano al primo sguardo.
    Li proverò di sicuro.

    RispondiElimina
  23. come resistere a tanta bontà!!!ma quando organizziamo in Sicilia qualcosa per vederci e mangiare tutti insieme:)buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  24. mi piace davvero la tua proposta,organizziamo sarà un modo carino per farci gli auguri (lavoro permettendo):)

    RispondiElimina
  25. belli, sono proprio belli, che voglia di addentarne un paio....farei come il bambino!!! un saluto

    RispondiElimina
  26. Che voglia matta di allungare la mano oltre il monitor per portarmi via tutto quel bel bottino! :D

    RispondiElimina
  27. Buoni..io li ho preparati da poco fritti, ma so che anche al forno sono buonissimo!
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  28. Hanno un aspetto meraviglioso...sicuramente da provare...buon w.e.

    RispondiElimina
  29. questi calzoni caldi o freddi che siano sono divini!! probabilmente non riuscirei a raggiungere il primato del figloletto dei tuoi amici ma potrei avvicinarmi parecchio ehehe ;D a presto! Laura

    RispondiElimina
  30. Mai messo le patate nell'impasto dei calzoni!
    Accipicchia cosa mi sono persa in tutti questi anni!!
    Sono favolooooosi!!! :))

    RispondiElimina
  31. ciao MariaBianca! formidabile come sempre! Le tue ricette mi fanno gola! Questa poi con le patate nell'impasto .......mmmmm posso solo immaginarne la bontà !!!!
    Un bacio e buon week end!
    Tania

    RispondiElimina
  32. Noooo goduria infinita! Qui a Catania e provincia le chiamiamo siciliane! Buonissime :P

    RispondiElimina
  33. Grazie amiche,buon fine settimana a tutte.

    RispondiElimina
  34. Una bontà unica , il ripieno è perfetto , complimenti . Buon sabato

    RispondiElimina
  35. Io già sono calzone dipendente e non ho assaggiato i tuoi! L'aspetto è ottimo. Buona domenica, Laura

    RispondiElimina
  36. Questi li devo proprio provare...io li faccio ma senza le patate, mi hai incuriosito!
    Buon w.e.

    RispondiElimina
  37. Ciao!!!!
    Eccomi a ricambiare la tua visita!!!!!
    Che buoni questi calzoni

    RispondiElimina
  38. Mamma mia, ho l'acquolina in bocca!
    Saranno sicuramente una delizia!
    Complimenti, perle

    RispondiElimina
  39. Splendidi, qui a Catania si chiamano Siciliane, una vera delizia!!!

    RispondiElimina
  40. E manco solo una foto che li addenti, così finiamo svenuti davanti al pc!!!! Ma sono strepitosi, complimenti a te e a Anna, anch'io li faccio ma non con le patate, li voglio provare, queste foto sono davvero un invito a mangiarli...grazieee e buon w.e.!

    RispondiElimina
  41. Io questi li provo sicuro, ma aspetto anche la versione al forno!!

    RispondiElimina
  42. Grazie a tutte,a presto i calzoni al forno.

    RispondiElimina
  43. Ero sicura di averti lasciato un commento. Forse l'ho solo pensato! Beh lo faccio ora. Sono una cosa da perdere la testa. Ma MAI farli al forno! Hai ragione. Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  44. Mi hai fatto venire fame!!!!
    Attendo sempre il video ;)

    RispondiElimina
  45. E lo credo che non li hai più lasciati! Sono una meraviglia, davvero da provare! Un saluto, a presto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...