Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

lunedì 12 maggio 2014

Gli amaretti fritti

 

IMG_3323

 

Questa ricetta è datata maggio 1989 ( vecchiotta vero? ).

L’ho trovata su un “ antiquato “ numero di guida cucina.

Mi ha incuriosita molto anche perchè non riuscivo ad immaginarmi la consistenza dell’amaretto avvolto da una pastella e fritto.

Ora me la immagino!

E voi ve la immaginate?

Vi dico solo che è un dolcino che va mangiato freddo, a temperatura ambiente, e non caldo appena fritto.

Vi dico anche che mio marito ed i miei due figli ne hanno assaggiato uno ciascuno ( loro non amano tanto,purtroppo,i dolci)

Quindi 28 –3 = 25

Dopo qualche ora ho guardato gli amaretti rimasti nel piatto e mi sono chiesta: ma come è possibile? Ce n’è solo uno? Chi li ha mangiati gli altri 24?

Senza accorgermene ogni volta che passavo vicino al tavolo dove si trovavano gli amaretti ne ingoiavo uno o due ed ogni volta dicevo a me stessa “ buoni! Ancor meglio di quelli assaggiati prima …”

Finiti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E senza neanche saperlo…………………… ahahahahahah…..

 

IMG_3329

 

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

28 amaretti – 3 cucchiai colmi di farina 00 – un cucchiaio colmo di zucchero al velo -  un uovo – 15 g di marsala secco – 15 g di acqua -

Inoltre:

zucchero al velo e olio per friggere

 

In una ciotola mettere l’uovo e lo zucchero al velo e mescolare con un frustino a mano.

Aggiungere la farina,un cucchiaio a volta, e mescolare bene.

Diluire il composto con il marsala e l’acqua ( le dosi,come al solito,non erano indicate nella rivista).

Deve risultare una pastella nè troppo densa nè troppo liquida.

Riscaldare abbondante olio in una padella e,nell’attesa che si riscaldi bene,immergere i primi cinque amaretti nella pastella preparata.

Servendosi di un cucchiaio raccogliere ogni singolo amaretto ben immerso nella pastella e friggere in olio. Mentre i primi cinque friggono,immergerne altri cinque….attenzione a non bruciarli,vanno girati dopo poco tempo.

Dopo che sono freddi spolverarli di zucchero al velo.

Sedersi e assaggiare…….

IMG_3322

 

IMG_3334

 

 

IMG_3333


Con questa ricetta partecipo al contest di Il gatto ghiotto in collaborazione con Terre Ducali



33 commenti:

  1. Mariabianca hai ragione a dire che è difficile solo immaginare di friggere un dolce già così buono come l'amaretto. Ma mi fido del tuo giudizio critico ed avendo degli amaretti proverò a replicare la tua ricetta che, ad occhio, mi colpisce molto. Complimenti e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ma pensa che curiosa questa ricetta,mai visti e devo dire sono interessanti perchè credo che quell'involucro stia proprio bene e li renda ancora più appetitosi....Mmmmm come ti capisco anch'io sono capace a farli fuori tutti !
    Bacio
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo ci somigliamo......ahahahahah...
      Un abbraccio.

      Elimina
  3. Ohhh che delizia!!!!
    Ottima e golosa idea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,facile e golosa.
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  4. Lo sapevi che l'amaretto fritto e' parte integrante del fritto misto alla piemontese.........io lo adoro......!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te mi sono andata a leggere alcune notizie sul fritto alla piemontese.

      Elimina
  5. Oddio, devo assolutamente farli! Mi hai incuriosito troppo, Mariabianca! Devono essere buonissimi.... proverò al più presto! Complimenti e un bacione, buon inizio settimana :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se li provi fammi conoscere il tuo parere.
      Ciao.

      Elimina
  6. anche io l'ho letta da qualche parte ma non riuscivo a immaginarla,ottima ricetta,grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, grazie e buona serata a te.

      Elimina
  7. Particolare questa ricetta! Non riesco proprio ad immaginarla... mi sa che devo provarla!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,conviene che la provi.
      Buona serata.

      Elimina
  8. ciao bedda mia,assai è che non passavo...scusami tanto ma il tempo tiranno fu! dolcetti incredibili, curiosissima sono...buonu facisti, mangia che poi ci pensiamo alla dieta! sembrano davvero buoni, baciuzzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi ci pensiamo.....il problema è quando.
      Sapessi quanti post vorrei commentare ma non ho il tempo.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  9. osignur! proprio stamattina ho buttato mezzo pacco di amaretti proprio per evitare anche io di ritrovarne uno solo e chiedermi COME MAI? ahahah se li avessi fritti credo che sarebbero sapriti ancor prima!!
    bacio carissima e scusa la latitanza <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti scusare,anch'io non posso commentare tutti i post che mi piacciono,come invece vorrei.
      Buona giornata a te.

      Elimina
  10. mi piace mi piace tantissimo !!!sarà che adoro gli amaretti ma questa ricetta voglio provarla subito....complimenti e un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei li fai mi farà piacere conoscere la tua opinione.

      Elimina
  11. è un'idea fantastica!!! adatta a tutti , anche a coloro che litigano col forno. Bravissima amica mia, hai sempre idee nuove e interessanti!!!

    RispondiElimina
  12. Adoro gli amaretti e non riesco proprio a immaginarmeli fritti, da provare, per forza ma io devo farmeli portare via se no li finisco sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu golosa come me?
      Grazie,un abbraccio.

      Elimina
  13. Mariaaaa!!!! ti hanno copiata!!!!!
    http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/gli-amaretti-fritti.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Mimma ma ormai copiano solo la parte introduttiva dei post.
      Grazie.

      Elimina
  14. Li debbo fare subito, mi hai fatto venire l'acquolina. Anche se non commento ti seguo sempre, complimenti. Sono una lettrice instancabile di Camilleri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara,grazie.
      Anch'io vorrei commentare tanti post ma il tempo non ce lo consente.
      Buona giornata a te.

      Elimina
  15. Nooooma questa ricetta è troppo stuzzicante. Io a differenza dei tuoi, adoro i dolci e adoro gli amaretti

    RispondiElimina
  16. Ma dai! Gli amaretti fritti! E con la pastella al marsala, che con gli amaretti ci va a nozze, dev'essere una vera goduria! Ci credo che li hai mangiati tutti! Complimenti!

    RispondiElimina
  17. Golosi assai e golosona tu :-D
    Finalmente, torno a leggerti dopo mie contingenze varie, tristi e meno tristi. Mi faccio ancora un giro, sprerando di non andare in iperglicemia :-D
    Sorrisi a profusione

    RispondiElimina
  18. Sai che ho tantissimi numeri di Guida Cucina che conservo gelosamente! Bella ricetta! Grazie mille!

    RispondiElimina
  19. Ciao,
    ho letto la tua ricetta nella pubblicazione del Contest Buffet.
    Mi è piaciuta molto e volevo chiederti se possiamo inserirti come blog amico del nostro : www.degustazioni-sapori.blogspot.it
    grazie mille
    CiRo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...