Informazioni personali

Le mie foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 18 dicembre 2014

Il potage parmentier ( la zuppa francese di porri e patate )

Listener (3)

 

Tutti gli appassionati di cucina conoscono Julia Child.

Questa è una sua ricetta ( ho fatto solo qualche lieve modifica ).

E’ semplice ma di una bontà che metterà a dura prova la vostra capacità di limitarvi ad un solo piatto di potage parmentier.

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

1 grosso porro – 4 patate piccole – 30 g di burro – 3 cucchiai di panna ( ho messo la Cuisine Soya Emporio Ecologico ) –sale e pepe bianco q.b. – 550 g di brodo vegetale -

Inoltre:

un trito di erba cipollina – un filo di olio extravergine d’oliva – Alcuni triangoli tostati di pane integrale a fette – un minipimer -

 

 

In un tegame,dopo aver messo il burro a tocchetti,aggiungere il porro tagliato a rondelle ( non solo la parte bianca ma anche una buona parte verde) e far cuocere dolcemente iniziando a mettere anche un poco di brodo vegetale.

Poi unire le patate a tocchetti,altro brodo e continuare la cottura.

Quando tutto appare ben cotto,usando il minipimer,frullare il composto.

Aggiustare di sale,se necessario, e spolverare il tutto con un po’ di pepe bianco.

Aggiungere i tre cucchiai di panna e rimettere sul fuoco per un paio di minuti.

La consistenza sarà molto vellutata.

Servire con un trito finissimo di erba cipollina, un filo di olio extravergine d’oliva ed accompagnare con triangoli tostati in forno di pane integrale.

006

 

Listener

 

 

004

lunedì 15 dicembre 2014

Il pollo con funghi,speck e panna acida

1

E’ la prima volta che uso la panna acida in una preparazione salata e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta.

 

067

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenzablogspot.it

 

Ingredienti:

300 g di petto di pollo – 200 g di panna acida – 80 g di funghi porcini secchi – 100 g di speck tagliato a dadini – un bicchiere di latte – olio extravergine d’oliva - sale e pepe q.b. – aglio e prezzemolo tritati – vino bianco secco – farina 00 – qualche foglia di salvia fresca.

 

Iniziare la preparazione con l’ammollare i funghi secchi in acqua tiepida.Dopo averli strizzati metterli a rosolare in una padella con uno spicchio d’aglio tritato,lo speck a dadini ed un poco di olio; unire un pizzico di sale ed uno di pepe.

A parte,in un’altra padella, rosolare in olio il petto di pollo tagliato a cubetti e precedentemente infarinato; aggiungere qualche foglia di salvia fresca,sale e pepe.

Unire un bicchierino di vino bianco secco e fare evaporare.

Aggiungere i funghi,la panna acida ed il latte. Cuocere il tutto.

Terminare la preparazione con un bel trito di prezzemolo.

4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


lunedì 8 dicembre 2014

I muffins con succo d’arancia e gocce di cioccolato

 

8tris

In Sicilia quando una persona mangia con piacere e,soprattutto,velocemente si dice che ha “ sbafato “.

Ebbene io mi sono “ sbafata” un bel po’ di muffins ( non dico quanti…..erano piccolini pero!!!!!)

1

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

250 g di farina 00 – 150 g di latte – 50 g di succo d’arancia – la scorza grattugiata di un’arancia -  ( io con grattugia Microplane ); 1 uovo – 130 g di zucchero – 70 g di olio extravergine d’oliva  – 70 g di gocce di cioccolato fondente – un pizzico di sale – mezza bustina di lievito per dolci – un cucchiaino di estratto di vaniglia -

 

Iniziare con il setacciare la farina con il lievito.

Aggiungere lo zucchero,il pizzico di sale,la scorza grattugiata dell’arancia e mescolare.

A parte sbattere l’uovo ed unire, a filo,il latte,l’olio,il succo dell’arancia e l’estratto di vaniglia.

Unire i liquidi ai solidi con una semplice frusta a mano.

In ultimo aggiungere le gocce di cioccolato e mescolare.

Versare l’impasto dentro stampini in carta per muffins.

Poggiarli in una larga teglia da forno.

Infornare a 175° fino a cottura.

 

002 - Copia

 

 

9

 

 

6

giovedì 4 dicembre 2014

Le lasagne di pane carasau con ricotta e ragù di salsiccia

 

1

E’ un primo che mi fa impazzire,se non lo avete mai provato………è ora di farlo!

 

6

 

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenzablogspot.it

Ingredienti:

300 g di pane carasau - 400 g di ricotta di pecora - 1 kg di salsiccia - 100 g di formaggio primo sale - 150 g di mortadella - abbondante parmigiano grattugiato - un bicchierino di vino bianco secco - mezza cipolla - una carota - un gambo di sedano - olio extravergine d'oliva Dante - un pizzico di zucchero -due bottiglie di passata di pomodoro da 700 grammi - una nocciolina di burro.

 


Togliere la pelle alla salsiccia e sbriciolarla con le mani.

Rosolare in tegame un trito di cipolla,carota e sedano con un po' di olio.

Unire la pasta di salsiccia e rosolare. Aggiungere il bicchierino di vino bianco e sfumare.

Unire la passata di pomodoro,il sale ed un pizzico di zucchero; cuocere lentamente.

Riempire una grande ciotola di acqua ed immergere,ad una ad una, le fette di pane carasau entrandole ed uscendole dall'acqua immediatamente.

Fare un primo strato di pane bagnato in una teglia da forno precedentemente imburrata e cosparsa di poca salsa del ragù preparato.

Sul pane mettere il ragù di salsiccia a cucchiaiate,la ricotta sbriciolata,il primo sale a bastoncini e la mortadella a fettine( strappata con le mani). Una spolverata di parmigiano reggiano grattugiato ed iniziare il secondo strato di pane bagnato......in tutto ho fatto quattro strati di pane.

Infornare a 190° per una ventina di minuti.

Il giorno dopo sono ancora più buone.

 

028026

 

 

4

 

 

9

lunedì 1 dicembre 2014

La granola con il cioccolato per una colazione perfetta

 

5

Buona,buonissima.

Sono davvero contenta di aver provato questa ricetta.

Non sono un’amante della colazione classica ed il latte lo bevo raramente ma questa deliziosa granola al cioccolato  mi ha fatto “ tradire” l’amato panino con il salame che mangio tutte le mattine prima di iniziare la giornata lavorativa.

Ora solo latte e granola croccante.

E’ un miscuglio di frutta secca,cereali e frutta disidratata che,con l’aggiunta dell’ottimo sciroppo d’acero della Fabbri e di pezzettini di cioccolato fondente, diventa irresistibile.

Non è buona soltanto accompagnata con il latte o con lo yogurt….da sola non scherza!!!

9

tazze e lattiera GreenGate

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

250 g di fiocchi d’avena – 60 g di nocciole tostate – 100 g di mandorle bianche – 40 g di pistacchi – 50 g di noci – 35 g di uvetta – 25 g di mirtilli disidratati –un pizzico di sale – 4 cucchiai di Top sciroppo d’acero Fabbri – 1 cucchiaio di miele –  2 cucchiai di zucchero di canna – 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva -100 ml di acqua – pezzettini di cioccolato fondente

 

Iniziare con il mettere un tegamino sul fuoco con acqua,olio,miele e sciroppo d’acero; far bollire lentamente per cinque minuti.

Nel frattempo,in una ciotola unire i fiocchi d’avena con la frutta secca spezzettata grossolanamente ( nocciole,mandorle,pistacchi e noci) ed il pizzico di sale.

Versare,mentre è ancora calda,la parte liquida nella ciotola e mescolare bene il tutto unendo anche i due cucchiai di zucchero di canna.

Versare il composto preparato in una larga teglia da forno coperta di carta forno e livellare con un cucchiaio.

Infornare a 140° per circa 35/ 40 minuti.

Ricordarsi che,trascorsi i primi venti minuti,va aperto il forno e vanno inseriti l’uvetta ed i mirtilli disidratati.

Ogni tanto mescolare e controllare la cottura.

Quando la granola è fredda conservarla in un barattolo di vetro con coperchio e,per renderla ancora più buona,unire pezzettini di cioccolato fondente.

 

8

 

 

7

lunedì 24 novembre 2014

La zuppa di pesce alla trapanese con i ditalini

14

 

005

Ma quanto sei brutta cipollona mia!!!!!

Direbbero i romani: “ Ma che te sei magnata il fegato? “

Il fatto è che mio marito ha portato i pesci da zuppa già puliti (che gentile a risparmiarmi questo lavoro!!!) ed il pescivendolo ha pensato bene,dopo aver pulito il pesce,di rinfilare il fegato dentro (parte molto apprezzata da noi)….solo che gli stava uscendo dalla bocca…hihihihihihihi!!!!

A Trapani la  “ ghiotta di pesce” è rossa,sa di pomodoro,pesto d’aglio….ma soprattutto di mare.

 

12bis

 

5

 

Ingredienti:

1 kg e mezzo di pesce per zuppa (io cipolle ed un tordo)

700 g di passata di pomodoro Duca Carlo Guarini 

una cipollina

5 spicchi d’aglio rosso di Nubia

prezzemolo q.b.

sale e peperoncino ( o pepe)

olio extravergine d’oliva q.b.

un litro di acqua calda

Inoltre:

un mortaio (indispensabile per pestare l’aglio)

un tegame basso e largo (il pesce ha bisogno di spazio per non rompersi)

pasta formato ditalini

 

 

Dopo aver lavato e salato il pesce dedicarsi a preparare la zuppa di mare.

In un largo tegame rosolare in olio la cipollina tritata ( l’aglio va messo poi pestato).

Aggiungere la passata di pomodoro,il prezzemolo tritato,sale e peperoncino; cuocere dolcemente il tutto.

Quando la salsa appare ben ristretta,mettere i pesci e cuocere alcuni minuti scuotendo ogni tanto il tegame.

Ora è il momento di aggiungere l’acqua calda e di aumentare il fuoco del fornello.

Mentre l’acqua bolle ed il pesce continua la sua cottura munirsi di un bel mortaio per pestare l’aglio con un pizzico di sale.

Verso fine cottura aggiungere l’aglio pestato alla zuppa ed appena la zuppa apparirà ( assaggiandola naturalmente!!!) ben saporita ed il pesce cotto spegnere il fuoco e far riposare il tutto.

Quando è ora di pranzo prendere un tegame più piccolo e versarvi ( usando un colabrodo)quasi tutto il brodo della zuppa.E’ bene lasciarne un po’ per riscaldare poi il pesce che andrà servito come accompagnamento alla pasta.

Accendere il fuoco ed appena bolle versare la pasta e cuocerla.

Servire con il pesce a parte.

 

002

il pesce è già diviso per due persone……a me la testa!!!!!!!

10

 

9

giovedì 20 novembre 2014

La schiacciatina con bioburger alle nocciole

 

4 - Copia (2)

 

I miei alunni ogni tanto fanno sciopero……oggi sciopero io……

La cucina chiude: un panino per pranzo.

E che panino!!!

 

Listener (7) - Copia

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

Una confezione di miscela per Bioburger alle nocciole ( 200 g )Emporio Ecologico

250 ml di acqua

alcuni panini ( schiacciatine)

due carote

un filo di olio extravergine d’oliva

un pizzico di sale

 

 

Mescolare il contenuto della busta con 250 ml di acqua.

Formare dei dischi piatti con la miscela ottenuta.

Metterli in teglia su carta forno ed infornare a 170° fino a cottura.

In alternativa si possono friggere in padella con poco olio.

Aprire le schiacciatine ed imbottirle con i bioburger,una manciata di carote a bastoncino,un pizzico di sale ed un filo di olio.

Facile vero? Ve l’avevo detto…..ho scioperato!

 

Listener (8) - Copia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...