Informazioni personali

Le mie foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 15 settembre 2014

Le polpettine di carne glassate al limone con profumo di basilico

6

Un piatto fresco dall’intenso profumo di limone.

 

Adoro le polpettine specialmente se  “ tuffate” nella salsa di pomodoro ma queste,con la loro glassa derivante dal connubio farina-limone e basilico,mi hanno conquistata……….

 

22tris

 


Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

200 g di manzo tritato

25 g pangrattato

40 g di pane

25 g parmigiano reggiano grattugiato

Un uovo

Farina 00

Latte

Acqua calda

Abbondante basilico

prezzemolo

Scorza grattugiata di mezzo limone

50 ml di succo di limone

Sale e pepe q.b.

25 g di burro

Olio extravergine d’oliva

 

 

Inoltre:
grattugia Microplane


In una ciotola mettere a bagno il pane spezzettato nel latte.

In un’altra ciotola inserire la carne e condirla con prezzemolo tritato,sale e pepe,pangrattato,parmigiano,scorza grattugiata di limone. Aggiungere il pane, precedentemente messo a bagno nel latte,strizzato con le mani e preparare delle tonde polpettine di carne.

Passarle nella farina e rosolarle dolcemente in padella con olio e burro.

Aggiungere il succo del limone ed un po’ di acqua calda continuando la cottura.

A metà cottura aggiungere un bel trito di odoroso basilico ed un pochino di scorza grattugiata di limone. Ogni tanto mescolare il tutto coprendo le polpettine con la glassa che si va formando.

2

  5

giovedì 11 settembre 2014

La crostata con fichi, crema e mandorle

7

 

Mi piace raccogliere la frutta dagli alberi e questi frutti sono gli ultimi del mio unico albero di fichi.

Siccome mio  figlio Gianni ama molto le crostate alla frutta ho pensato di fare queste due piccole crostate……..le ha divorate!!!!!!

La ricetta della pasta frolla l’ho presa da ricettario-bimby.it ma c’è stato un imprevisto: con tutti gli occhiali messi ho letto tra gli ingredienti 200 g di burro fuso……invece,mi sono accorta dopo,erano 200 g di burro freddo ( ahiahiahi…)La frolla è risultata meravigliosa e ben stendibile per cui rifarò lo stesso errore appena possibile.

Con quella che mi è rimasta ho preparato dei biscotti ed altre due crostatine con ripieno diverso ( da postare in seguito).

53

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti per la pasta frolla ( dose abbondante):

200 g farina 00 – 200 g amido di mais ( maizena) –200 g burro fuso – 4 tuorli -

160 g zucchero al velo – un pizzico di sale – un cucchiaino di estratto di vaniglia.

Ingredienti per la crema pasticcera ( dose abbondante):

500 g di latte – 50 g di frumina – 100 g di zucchero – 3 tuorli –un cucchiaino di estratto di vaniglia -

Inoltre:

Una piccolissima nocciolina di burro

fichi freschi,alcune mandorle bianche tagliate a lamelle e la comodissima gelatina a spruzzo della Fabbri.

 

Per fare la frolla e la crema ho usato il bimby ma,naturalmente, è facilissimo realizzare entrambe le preparazioni senza il bimby ( ci vuole soltanto più tempo e si sporcano più utensili…..tutto qui! ).

Introdurre tutti gli ingredienti per fare la frolla nel boccale bimby e fare andare per 30 secondi a velocità 4/5.

Introdurre tutti gli ingredienti per fare la crema pasticcera nel boccale bimby e fare andare per 7 minuti e mezzo a 90° velocità 4.

Con la frolla ottenuta fare un panetto e conservarlo in frigorifero avvolto da pellicola per almeno 30 minuti.

Versare la crema pasticcera in una larga ciotola ed attendere che si raffreddi mescolando spesso. Una volta fredda porla in frigorifero per farla rassodare bene.

Appena tutto è pronto procedere alla formazione delle crostatine.

Ungere appena di burro i due stampi per crostata e,dopo aver steso la frolla con un mattarello,porla dentro gli stampi. Punzecchiare con una forchetta la pasta e mettere in forno caldo a 170° fino a cottura ( questa volta non ho messo nè la carta forno sopra nè i fagioli- per non fare gonfiare la base delle crostate- Mi sono limitata a controllare la cottura abbassando con il ditino indice della mia mano destra la pasta lievemente gonfiata…..metodo personale….ahahahah…)

Appena le crostatine sono fredde riempirle di crema pasticcera.

Sulla crema mettere i fichi freschi tagliati a fette ed alcune mandorle tagliate a lamelle.

In ultimo spruzzare la gelatina della Fabbri.

Più facile di così………………………………

Dimenticavo: mettere le crostatine in frigorifero e gustarle ben fredde.

5

 

4

 

12

 

 

8

lunedì 8 settembre 2014

Gli gnocchi all’acqua e zafferano con funghi e crema di peperoni gialli

1

 

Non è la prima volta che preparo questi buonissimi,ma soprattutto facilissimi,gnocchi all’acqua.

Non so chi li abbia inventati.

Li avevo fatti parecchio tempo fa conditi con il classico ragù alla bolognese ma le fotografie da postare non erano di mio gradimento. So di non essere molto brava a scattare fotografie ma quando devo scegliere le foto da inserire nel mio blog sono abbastanza pignola ( ci perdo parecchio tempo). Il fatto è che avevo fotografato gli gnocchi appena scolati dall’acqua e con sopra il ragù……horror !!!! Non avevo amalgamato pasta e condimento per cui gli gnocchi apparivano bianchi,anemici,malaticci…insomma horror……il sapore era buonissimo ma le foto terribili.

Ne volete vedere una? La troverete in fondo al post ( ben nascosta!!!!)

4

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti per gli gnocchi:

400 g di farina 00 – sale q.b. – 400 g di acqua – una bustina di zafferano in stimmi -

un rigagnocchi -

Ingredienti per il condimento:

12/15 funghi – 90 g di pancetta affumicata a dadini – 2 spicchi d’aglio - un barattolino di crema di peperoni gialli ( 95 g ) Duca Carlo Guarini - una busta di panna da cucina ( 200 ml) – abbondante parmigiano reggiano – sale e peperoncino piccante-

 

Iniziare con il preparare gli gnocchi all’acqua.

In un tegame mettere l’acqua,lo zafferano ed il sale.

Quando l’acqua bolle allontanare per un attimo dal fuoco il tegame e gettare,in un sol colpo,tutta la farina.Rimettere il tegame sul fuoco e mescolare pochissimo fino al formarsi di una palla staccata dalle pareti.

L’impasto è pronto,bisogna solo aspettare che la palla di pasta si intiepidisca per poi procedere alla formazione degli gnocchi.

  Prelevare un pezzetto di pasta e creare tanti rotolini che vanno poi tagliati della lunghezza preferita ( i miei sono alcuni più lunghi altri più corti,alcuni più cicciotti altri meno……ahahahah……mi giustifico dicendo che li ho fatti in poco tempo….).

Passare ogni rotolino sul rigagnocchi ( vedi foto).

Per il condimento rosolare,in una larga padella,l’aglio e la pancetta affumicata con un po’ di olio; aggiungere poi i funghi a fettine,sale e peperoncino piccante e cuocere. In ultimo unire la panna e la crema di peperoni gialli.

Cuocere gli gnocchi in acqua calda e,appena vengono a galla,versarli nella padella con il condimento dei funghi. Un pugno di parmigiano,una mescolata ed il primo è pronto da mangiare.

2

 

3

 

 

2

 

 

6

 

7

 

Visto? Che vi avevo detto…..questa foto invoglia a provarli?

A me no………………e poi non li avevo neanche rigati………

2

giovedì 4 settembre 2014

Il pudding al cioccolato e mandorle

1

Non avevo mai fatto il pudding ed ho scoperto,provando,che si può congelare. Basterà,poi,scongelarlo a temperatura ambiente e riscaldarlo a bagnomaria in forno: sembrerà come appena fatto!!!!

E’ un dolce che non va sformato per cui ho usato due piccole tortiere  di ceramica da forno.

E’ buono,anzi “ troppo “ buono!!

Mangiato tiepido è perfetto…….ma anche freddo di frigorifero non scherza….

Ho visto questo dolce su “ Dolci pasticci.it “ di Sweet Angel che,a sua volta, l’ha visto nel blog di Giulia Pignatelli…..la quale,a sua volta, ha preso la ricetta dal libro di Carla Bardi, Cioccolato, della Gribaudo.

Insomma…..i dolci buoni circolano che è un vero piacere!

 

12

cucchiaino in ceramica a fiori GreenGate

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

200 g di farina 00 – 50 g di mandorle bianche – 50 g di cacao amaro – 100 g di zucchero di canna ( meglio se quello scuro) – 250 g di latte – 3 uova medie – 90 g di burro – un pizzico di sale – 3 cucchiaini di lievito per dolci – un cucchiaino di essenza di vaniglia.

Ingredienti per la salsa:

3 cucchiai di cacao amaro – 100 g di zucchero di canna – 500 g di acqua bollente -

Inoltre:

una nocciolina di burro per gli stampi

gelsi neri ( facoltativi) per accompagnamento

 

In una ciotola mescolare la farina,il cacao amaro,il lievito,lo zucchero di canna e le mandorle precedentemente tritate e fatte in polvere.

Aggiungere il burro morbido a pezzetti,il pizzico di sale e mescolare.

Unire le uova,uno a volta, e mescolare.

Unire il latte,il cucchiaino di essenza di vaniglia e mescolare.

Versare il composto ottenuto su due piccole tortiere di ceramica lievemente imburrate e preparare la salsa che va messa sopra prima di infornare.

Mescolare i tre cucchiai di cacao amaro con i 100 g di zucchero di canna e versarli sul dolce ( nel mio caso erano due).

Ricoprire,infine, con l’acqua bollente versandola lentamente.

Infornare a 180° per circa 25 minuti.

Servire,se piace,con gelsi neri.

 

2

 

 

8

 

 

9

lunedì 1 settembre 2014

Le pappardelle all’uovo con pesto di menta e philadelphia

6

Dopo un mese di silenzio eccomi di ritorno nel mio amato blog.

Avete trascorso bene le vacanze? Io ho fatto qualche “bagnetto” a Favignana e a Pantelleria.

A Pantelleria ho rivisto la cara amica Rossella del blog Salsapariglia e devo dire che la loro ospitalità ( sua e del marito Antonio ) è senza eguali.

Questa nostra conoscenza virtuale,iniziata commentando rispettivi post dei nostri blog,è diventata una vera amicizia che spero si consolidi nel tempo.

Vi lascio con una ricettina semplice e….scappo a scuola dove mi aspetta la prima riunione del nuovo anno scolastico.

 

Un primo freschissimo,velocissimo e molto buono.

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenzablogspot.it , tratta dal sito di cucina " Pino Messina.it "  e da me lievemente modificata.

 

Listener (2)

Ingredienti:

250 g di pappardelle all'uovo - 20 g di foglie di menta fresca - 2 spicchi d'aglio - 40 g di mandorle bianche - 50 g di pecorino siciliano semi stagionato - 50 g di formaggio spalmabile Philadelphia - sale e peperoncino q.b. - 120 g di olio extravergine d'oliva Dante -

8

Inoltre:

Patate fritte

 

Mentre le pappardelle all'uovo cuociono inserire il resto degli ingredienti in un mixer e frullare il tutto.

Condire le pappardelle con il pesto unendo anche poca acqua di cottura della pasta e servirle con patatine fritte a parte.

 

2

giovedì 31 luglio 2014

Il croque monsieur e…………buone vacanze!

7

 

Dal primo di agosto il mio blog chiude per un mese.

 

Continuerò ogni tanto a sbirciare nei vostri blog ( non se ne può fare a meno!!!) in modo silenzioso ma non posterò ricette.

Naturalmente la mia cucina sarà sempre aperta alla sperimentazione di nuove pietanze e,naturalmente,continuerò a fotografare i piatti da me cucinati ( non se ne può fare a meno!!!).

Vi saluto,vi auguro buone vacanze e vi lascio con una ricettina francese,semplice ma buonissima.

Ci risentiamo il primo settembre con il rientro a scuola ( ahimè!!!)

11

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

alcune fette di pane bianco per sandwich e alcune fette di panbauletto - formaggio svizzero – bechamel (densa) – prosciutto cotto -

Inoltre:

grattugia Microplane nuova serie Elite (  accessoriata da una copertura in plastica con doppia funzione: contenitore per il grattugiato e contenitore graduato da 250ml)  e carta da forno

 

Iniziare con il preparare la classica e conosciutissima bechamel. Personalmente da quando ho il bimby non la faccio più in tegame ma delego il lavoro all’apparecchio. E’ importante che la bechamel sia ben densa.

Mettere nel boccale bimby 500 g di latte,50 g di farina,25 g di burro ed un pizzico di sale. Cuocere per 7 minuti a  90° velocità 4.

Terminare la preparazione con un po’ di parmigiano grattugiato ed una grattugiata di noce moscata.

Grattugiare,con l’utilissima grattugia Microplane,il formaggio svizzero.

Mettere in una larga e bassa teglia della carta forno e deporre le fette di panbauletto ( ho voluto provare anche con il pane bianco per sandwich,vanno bene entrambi).

Cospargere ogni singola fetta messa in teglia con la densa bechamel e porvi sopra delle fette di prosciutto cotto. Chiudere con altre fette di panbauletto.

Finire la preparazione cospargendo altra bechamel sulla seconda fetta e mettendo sopra una generosa manciata di formaggio svizzero grattugiato.

Infornate a 170° fino a doratura.

 

3

 

4

 

2

 

5

 

6

 

10

giovedì 24 luglio 2014

Le patate sabbiate aromatiche

4

 

9

Faccio queste patate da una vita e non le ho mai postate…….

Per gli aromi siete liberi di mettere tutto quello che avete in casa; io ho messo quello che avevo sotto gli occhi guardando tra la miriade di barattolini di spezie varie.

3

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

patate a volontà – una grossa cipolla rossa – sale -  olio extravergine d’oliva Duca Carlo Guarini – pangrattato – alloro – paprika piccante – origano – pepe verde in grani – rosmarino – zenzero in polvere -

Sbucciare tante patate e tagliarle a tocchetti.

Mettere le patate in una ciotola e condirle con l’olio ed il sale mescolando bene.

Aggiungere la cipolla affettata e tutti gli aromi che avete in casa ( ci sta bene anche la salvia fresca).

Sul palmo della mano mettere un pugno di pangrattato ed avvolgere le patate unte di olio ( operazione che è consigliata fare con le mani in modo da fare attaccare bene il pangrattato alle patate).

Prendere una larga teglia da forno e versarvi le patate condite.

Un altro giro di olio,se necessario,ed infornare a 190° fino a cottura delle patate.

Aprire il forno e mescolare il tutto ogni tanto.

Il contorno è pronto!!!!

2

 

1

 

5

piatto in melamina e tovaglioli di carta Cartaffini

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...