Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

mercoledì 16 gennaio 2019

La zuppa di fave secche con cicoria selvatica

5


Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

1 kg di fave secche grosse con buccia – 400 g di pomodori datterini in latta – un mazzo di cicoria selvatica di montagna – olio extravergine d’oliva – una cipolla – un peperoncino fresco – sale e pepe -



Il giorno prima di cucinare la zuppa mettere a bagno in acqua per 24 ore le fave insieme ad un cucchiaino di bicarbonato di sodio.

Il giorno dopo sgocciolare le fave e fare, ad ognuna, un taglio con un coltellino appuntito.

In un tegame rosolare in olio un trito finissimo di cipolla; unire le fave, il peperoncino fresco a rondelle ed insaporire il tutto. Poi aggiungere i pomodori datterini e cuocere per alcuni minuti. Unire la cicoria precedentemente lavata e tagliuzzata ed allungare con due litri di acqua calda. Cuocere dolcemente per circa due ore. Quasi a fine cottura aggiungere il sale.

Servire con tanto pane. 


7



4

mercoledì 9 gennaio 2019

L’insalata di cedro all’acqua

4


Quanti ricordi evoca questo piatto !

Quando ero ragazzina, ed abitavo a Favignana con i miei genitori, ogni tanto mio padre portava in casa dei grossi cedri; mia madre diceva a me e alla mia gemella Margherita: “ volete fatta l’insalata di cedri? “. Si preparava in un attimo. Appena pronta ci sedevamo a gustare questo piatto antico, povero e semplicissimo. 

Con la forchetta si raccoglieva, per fare un sol boccone, un pezzo di pane ed una fetta di cedro…..

Quella sera la cena era stata un momento di godimento!



Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

due cedri – acqua di bottiglia a temperatura ambiente – olio extravergine d’oliva – sale e pepe nero – pane siciliano di semola rimacinata di grano duro del giorno prima -


Tagliare il pane a cubetti e metterlo in una ciotola. Sbucciare i cedri togliendo la parte gialla e tagliarli a fettine. Dividere le fettine di cedro in ogni singolo piatto ed innaffiarle con acqua a temperatura ambiente. Condire l’insalata con un giro di buon olio extravergine, un pizzico di sale ed un pizzico di pepe nero macinato al momento.

Gustare il piatto immergendo alcuni cubetti di pane.

5





mercoledì 2 gennaio 2019

I gigli con carciofi , menta e mollica abbrustolita

6


Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

250 g di pasta formato gigli ( al pomodoro e spinaci ) – 6 carciofi – una piccola cipolla – olio extravergine d’oliva – sale e peperoncino – menta e prezzemolo - parmigiano grattugiato – pangrattato -



In una padella rosolare, in olio, una piccola cipolla tritata. Unire il cuore di sei carciofi a fettine sottili, sale, peperoncino. Cuocere per alcuni minuti unendo, se necessario, un goccino di acqua. In ultimo aggiungere un trito finissimo di menta e prezzemolo.

A parte, in un padellino, mettere un pugnetto di pangrattato ed un filo di olio e fare abbrustolire a fuoco lento il pangrattato.

Cuocere i gigli ben al dente, scolare la pasta, metterla in padella dove ci sono i carciofi, unire un pugnetto di parmigiano grattugiato e servire con sopra la mollica abbrustolita ( tostata ). 


4

giovedì 27 dicembre 2018

La torta di salmone


1


E’ una ricetta vista su Giallo Zafferano e subito preparata.

5

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

350 g di pane di segale – 250 g di philadelphia – 200 g di salmone affumicato – scorza grattugiata di un piccolo limone – alcuni steli di erba cipollina – due cucchiai di latte – sale e pepe – 30 g di rucola -


Per ricoprire la torta:

300 g di philadelphia – 100 g di salmone affumicato – due cucchiai di latte -

Per decorare la torta:

uova di lompo rosse – erba cipollina


In un mixer mettere il philadelphia, il latte, la scorza grattugiata di limone e frullare; aggiungere l’erba cipollina tagliata con un coltello.

Mettere una fetta di pane di segale su un piatto da portata e ricoprire la fetta con la crema al formaggio preparata prima. Sopra la crema al formaggio mettere della rucola e sopra fette di salmone affumicato.

Ricoprire con un’altra fetta di pane di segale ricominciando la stessa operazione di prima, cioè crema al formaggio, rucola e salmone…..continuare fino ad arrivare a cinque fette di pane di segale in tutto.

L’ultima fetta di pane non va spalmata di crema. Mettere in frigorifero per dieci minuti mentre si prepara la copertura della torta.

Nello stesso mixer usato per fare la crema al formaggio, mettere i 100 g di salmone, i 300 g di philadelphia ed il latte che serve per ammorbidire la crema e frullare.

Prendere la torta dal frigorifero e ricoprirla interamente, servendosi di una spatola, con la crema rosa al salmone. E’ importante che tutti i lati siano ben coperti. Rimane un po’ di crema rosa che va messa in una sac a poche per poi decorare la torta.

Mettere in frigo a rassodare.

Quando è ora di servire, prendere la torta dal frigo e decorare con ciuffetti di crema con sopra le uova di lompo.

Su Giallo Zafferano leggevo che, al posto della rucola, si possono mettere zucchine grigliate oppure spinaci appena scottati.

3

mercoledì 19 dicembre 2018

Le noci caramellate

2

Ho mangiato le noci caramellate a casa di mio zio Marco ed ho chiesto subito la ricetta perchè mi sono piaciute tantissimo.

Da allora le ho preparate parecchie volte.



Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

280 grammi di noci sgusciate - 8 cucchiai colmi di zucchero di canna - 4 cucchiai colmi di acqua –


Riunire tutti gli ingredienti in una larga padella e cuocere cinque minuti esatti a fuoco medio alto sempre mescolando.

In ultimo versare le noci su carta forno e fare freddare. Conservare le noci caramellate in un barattolo chiuso con coperchio.

Nota: anche immerse nel cioccolato non sono niente male………


6



8

mercoledì 12 dicembre 2018

Gli involtini di prosciutto ai fichi secchi

6


Ricetta insegnatami da mia nuora Corinne.

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti :

Nove fichi secchi - 120 grammi di prosciutto crudo - philadelphia -


Togliere il peduncolo ai fichi secchi e tagliarli a metà; coprire la parte superiore di ogni mezzo fico secco con una nocciolina di philadelphia ed avvolgere su fette di prosciutto crudo. Mettere gli involtini in frigorifero coperti da carta stagnola.

Servire come antipasto.


1



5

mercoledì 5 dicembre 2018

La mousse al cioccolato di Nigella

 

2

Volete sapere se è buona?

Vi confesso che è buonissima…….

 

3

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ricetta di Nigella Lawson( con qualche mia modifica nelle dosi )

Ingredienti:

200 g di cioccolato fondente al 70 % - 200 ml di panna fresca da montare – 120 g di marshmallow – 45 g di acqua bollente – 40 g di burro morbido –

Inoltre:

frutti di bosco

 

 

Mettere, ina pentola, il cioccolato a pezzi, il burro morbido, l’acqua bollente, i marshmallow e fare fondere il tutto, a fuoco lento, mescolando di continuo. Spegnere e raffreddare.

Montare la panna con uno sbattitore elettrico ed unirla al tutto delicatamente.

Versare la mousse in bicchieri di vetro e decorare con frutti di bosco oppure con ciuffetti di panna oppure con scaglie di cocco oppure con scaglie di cioccolato.

 

7

 

 

1

 

 

6

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...