Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

mercoledì 25 marzo 2020

Vellutata di finocchi e porri alla curcuma





Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:
due piccoli porri – una grossa patata – due grossi finocchi – olio extravergine d’oliva – sale e peperoncino – un cucchiaio di curcuma – litri 1,3 di brodo vegetale caldo -



Scaldare in un tegame un po' di olio extravergine di oliva, unire due porri piccoli affettati, un pizzico di peperoncino e rosolare. Aggiungere una patata grossa a pezzi e rosolare, unire due finocchi grossi a pezzi, pochissimo sale, un cucchiaio colmo di curcuma, litri 1,3 di brodo vegetale caldo. Mettere il coperchio e cuocere per 20 minuti.
Frullare con il minipimer e servire con un filo di olio sopra e, se si vuole, decorare con le barbette del finocchio e qualche noce tritata.

mercoledì 18 marzo 2020

I calamari ripieni al sugo

2



Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti :

tre calamari  ( i miei freschissimi provenienti dal mare di Favignana) - 700 grammi di passata di pomodoro - 4 pomodorini - 70 grammi di pangrattato - 15 grammi di pinoli - 35 grammi di uvetta di Corinto - un uovo intero - olio extravergine di oliva - sale e pepe - prezzemolo - due spicchi di aglio - un pezzetto di cipolla – un cucchiaino di zucchero -


Rosolare in olio due spicchi d’aglio tritati ed unire i tentacoli,già tagliuzzati, dei tre calamari; aggiungere sale pepe, prezzemolo tritato e cuocere qualche minuto. Poi, a fuoco spento, unire ai tentacoli quattro pomodorini a pezzetti, il pangrattato, i pinoli, il prezzemolo, l’uvetta e l’uovo intero: amalgamare il tutto. A parte rosolare in un tegame in olio la cipolla tritata ed aggiungere la passata di pomodoro, sale pepe, un pochino di zucchero e cuocere dolcemente.

Riempire con il composto formato dai tentacoli i calamari lievemente salati e chiuderli con degli stecchini. Rosolare i calamari in olio e poi metterli nella salsa che sta cuocendo.

Buonissimi……parola mia!

Si possono mangiare come secondo accompagnandoli con del buon pane oppure, con il sugo, si possono condire degli spaghetti.


1



7

mercoledì 11 marzo 2020

Il carpaccio di salmone ed avocado





Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti: un avocado – fettine di salmone affumicato – olio extravergine d’oliva – un limone – pepe rosa – un pizzico di sale –


Affettare sottilmente un avocado e metterlo in un piatto da portata alternando le fettine con fettine di salmone affumicato. Condire con una emulsione di olio e limone ed infine grani di pepe rosa grossolanamente pestati.



mercoledì 4 marzo 2020

Il tortino di frolla con confettura d’albicocche

 

2 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

11

Ingredienti ( per la frolla senza uova ):

100 g di farina 00 - 100 g di mandorle bianche frullate a polvere -  90 g di zucchero di canna -  90 g di burro morbido a pezzettini - scorza grattugiata di arancia

Inoltre:

Una nocciolina di burro per lo stampo – confettura extra di albicocche 

 

In una ciotola riunire tutti gli ingredienti ed amalgamare brevemente come si fa, di solito,con le paste frolle.

Dare forma di salsicciotto, avvolgerlo con pellicola trasparente e conservare in frigorifero per circa trenta minuti.

Trascorso il tempo,togliere la pellicola e tagliare delle fettine con un coltello affilato.

Imburrare lievemente lo stampo e deporre le fettine all’interno sovrapponendole.

Poi mettere sulle fettine della confettura extra di albicocche e, sopra la confettura, deporre delle palline di pasta.

Infornare a 180° fino a cottura.

Spolverare di  zucchero al velo.

1

mercoledì 26 febbraio 2020

Le cipolline borretane in agrodolce

2

 

Ho sempre amato le cipolline così preparate…….buone!!!

 

5

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

600 g di cipolline borretane – 70 g di aceto di vino bianco – 100 g di acqua – 1 cucchiaio pieno di zucchero – sale e pepe – olio extravergine di oliva – una nocciolina di burro -

 

Sbucciare e lavare le cipolline.

In una padella mettere l’olio,la nocciolina di burro e riscaldare.

Aggiungere le cipolline leggermente salate,una macinata di pepe nero e cuocere.

Dopo qualche minuto unire una miscela di acqua, aceto,zucchero ed un pizzico di sale.

Cuocere dolcemente per 30 minuti con coperchio. Ogni tanto mescolare.

 

 

3

mercoledì 19 febbraio 2020

Le sarde a beccafico

 

5

Si tratta di un piatto tipicamente siciliano, molto conosciuto.

Dopo tanti anni che gestisco un blog di cucina…..finalmente pubblico questa deliziosa ricetta della mia Sicilia.

 

8

 

7

 

  Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

1 kg di sarde freschissime - 70 g di pangrattato – olio extravergine d’oliva – 30 g di uva passolina – 15 g di pinoli – due limoni – 10 g di parmigiano grattugiato – sale e pepe q.b. – prezzemolo tritato –foglie di alloro – un cucchiaino di zucchero – poca acqua –

 

In un padellino tostare il pangrattato con poco olio e, a fuoco spento,aggiungere i pinoli, l’uva passolina ( precedentemente messa a mollo con poca acqua tiepida per renderla più morbida e poi asciugata ) ,il prezzemolo tritato, un pizzico di sale e pepe, il parmigiano grattugiato ed il succo di un piccolo limone.

Pulire le sarde,aprirle a libro e lavarle sotto l’acqua corrente. Metterle in un colapasta e salarle leggermente.

Mettere al centro di ogni sarda un mucchietto di pangrattato condito e chiudere ad involtino. Deporre ogni involtino preparato in una teglia su carta forno unta di olio ed intercalare ogni involtino con una foglia di alloro.

Preparare un battuto di olio,poca acqua,succo di un limone ed un cucchiaino di zucchero. Versare il battuto sopra le sarde ed infornare a 170° fino a cottura ( ci vuole poco tempo perché la sarda cuoce presto).

E’ un secondo che rende molto soprattutto mangiato a temperatura ambiente.

2

mercoledì 12 febbraio 2020

Lo stinco di maiale con birra e bacche di ginepro

1



Ho solo le foto degli stinchi puliti e messi nel piatto……..



Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

Due stinchi di maiale - mezzo litro di birra bionda - 2 grosse cipolle - sale e pepe - 12 bacche di ginepro - olio extravergine di oliva -


Massaggiare gli stinchi con sale, pepe e le bacche di ginepro pestate nel mortaio. Rosolare gli stinchi in olio e subito dopo aggiungere poca birra e due grosse cipolle intere. Cuocere lentamente per circa due ore girando ogni tanto la carne ed unendo altra birra.

Nota: ho fatto dei tagli con il coltello agli stinchi appena rosolati al fine di una migliore e più veloce cottura.


4

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...