Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

giovedì 26 novembre 2015

Le olive nere infornate alla siciliana

9

 

 

Dopo le olive verdi scacciate e cunzate ora è il turno delle olive nere infornate alla siciliana.

La mia cucina è invasa dalle olive: tante ciotole stazionano in cucina per essere da me controllate quotidianamente ed amorevolmente…..

Le olive da me usate sono le giarraffa ( di forma allungata,si raccolgono dagli alberi già nere ).

6

Ciotola e tovaglietta GreenGate

 

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti  ( quantità a piacere ) :

Olive nere (  giarraffa  )  - sale -

Olio extravergine d’oliva – aglio a fettine – origano – peperoncino fresco -

 

In un grande colapasta mettere le olive e cospargere con un generoso pugno di sale.

Infilare il colapasta dentro una grande insalatiera e lasciare così per almeno 12-15 giorni. Ogni giorno bisogna dare una mescolata ( sarebbe meglio dire scrollata…) e gettare il liquido molto amaro che si deposita all’interno dell’insalatiera.

Aggiungere altro sale ogni tanto.

Trascorsi i giorni,assaggiare un’oliva e vedere se ha perso l’amaro….altrimenti tenere le olive sotto sale ancora per qualche giorno.

Appena sono pronte non resta che “ squararle “ ,infornarle e poi condirle.

Mettere sul fuoco un tegame con dell’acqua. Appena bolle immergere le olive e spegnere il gas. ( Si squarano per togliere il sale ).

Scolare bene le olive,aspettare che si raffreddino, e poi metterle in teglia su carta forno senza sovrapporle. Infornare a 150° per circa 25 minuti.

Dopo che sono fredde,condirle con ottimo olio extravergine di oliva,fettine di aglio,una bella spolverata di origano ed un peperoncino fresco a pezzettini.

Conservare le olive in ciotola a temperatura ambiente.

Si possono congelare nei sacchetti trasparenti per alimenti senza averle però condite.

 

Albero pieno di olive giarraffa….alcune sono già nere pronte da raccogliere,altre si devono maturare sull’albero…..

035

 

piccola quantità di olive giarraffa raccolte……

12

 

olive sotto sale…..

1

 

 

olive sbollentate ( ma noi in Sicilia non diciamo così…..diciamo olive squarate…..fa ridere vero????? )…….

2

 

 

origano  per condire le olive……

3

 

olive condite,pronte da mangiare con il panuzzo…….

Buone………….

 

4

 

 

15

24 commenti:

  1. Grazie per questo bel post e che bontà devono essere quelle olive
    buona serata

    RispondiElimina
  2. Che buone queste olive e che bella recensione :-) grazie a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Maristella e buona domenica.

      Elimina
  3. Che buone queste olive e che bella recensione :-) grazie a presto

    RispondiElimina
  4. Non sono un'esperta di olive, e infatti forse le avrei scambiate per delle piccole prugne. Devono essere ottime così trattate, ma certo il lavoro è lunghetto

    RispondiElimina
  5. Devono essere una bontà sia la qualità che come le hai cucinate. Che bello quell'albero di olive!

    RispondiElimina
  6. buone perchè siciliane, buone perchè condite con olio (appunto) siciliano e origano siciliano... buone perchè le hai fatte tu :-)
    (mi capita di mangiare olive che non hanno alcun sapore e ripenso con nostalgia quelle condite da mia zia lì in Sicilia.. ) certo ci si fa un bel "mazzo" a raccoglierle..scusa il termine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,è molto faticoso.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. più che buone, dire ottime! Il problema per me che amo le olive è fermarmi, ne mangerei vagonate!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  8. Sei un mito....assieme alle tue olive cunzate!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pardon....infornate ! Ma lo stesso buone sono.....

      Elimina
    2. Cara Loredana ti abbraccio.

      Elimina
  9. Stupende!!! Avercene di materia prima di questa qualita'!

    RispondiElimina
  10. Mamma mia le foto di quelle olive si mangiano con gli occhi!!! Buona serata

    RispondiElimina
  11. Ommamma.. queste sono qualcosa di favoloso.. troppo buone!!! Bravissima Mariabianca, hai le mani d'oro!!! :) Un abbraccio grande grande <3

    RispondiElimina
  12. Ciao Maria ! queste si che sono olive buone !! Anche a Pantelleria le fanno ma non sono mai riuscita ad assaggiarle !! un abbraccio !

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia!
    Brava Maria Bianca e grazie per aver pubblicato questa ricetta. Anche la mia mamma le faceva così ma al momento dell'ultima cottura le infornata nel forno a legna... Che bei ricordi.
    Grazie Cara e buona notte.
    Gra

    RispondiElimina
  14. Buon giorno Mariabianca
    complimenti per la ricetta é deliziosa.
    Vivo circondata da uliveti e la settimana scorsa ho raccolto un paio di manciate di olive e le ho messe come tu dici sotto sale, dopo un paio di giorni mi sono accorta che nell'insalatiera otre l'acqua ci sono dei piccoli vermetti bianchi ........ che faccio ? ?' ........butto via tutte le olive ???
    Un saluto
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura e scusa se ho visto solo ora il tuo messaggio.
      Se hai trovato dei vermetti e' meglio buttare tutto,meno male che ,come dici,era solo una manciata di olive.
      La prossima volta controlla le olive prima di metterci il sale,devono essere integre,senza buchetti.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...