Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

martedì 12 luglio 2011

La granita al limone con il “ trucco “

 

2

Perché con il trucco?

Fra poco ve lo dico.

Le granite sono il rinfresco dell’estate per antonomasia,quelle che,dopo una giornata di sole,troppo stanche per metterci ai fornelli, ci permettono di far cena accompagnandole con una o due brioche col tuppo (o senza tuppo va bene lo stesso).

Sono anche la colazione estiva tipica dei siciliani (i bar trapanesi le fanno di tanti colori e sapori) sempre accompagnate da una brioche o da qualche biscotto all’anice.

Ma tutte le volte che facciamo una granita in casa, abbiamo un grosso problema: nel congelatore diventa talmente dura che ci vorrebbero delle “martellate” per romperla; ed allora la usciamo un po’ prima di gustarla ma,spesso,passa qualche minuto di troppo e ci ritroviamo una granita semiliquida da bere con la cannuccia (!!!) oppure,se il tempo trascorso è troppo poco, roviniamo qualche “malcapitata “ forchetta,curvandola fino a spezzarsi,che voleva aiutarci a rompere la “maledetta” lastra di ghiaccio.

Insomma,riusciamo a mangiare la granita ma gli sforzi profusi ci hanno sfiancato e non ce la godiamo come dovuto.

Il problema l’ho risolto quando una notte, con un occhio verde chiuso e l’altro occhio verde aperto,annoiata,assonnata ma non tanto da coricarmi,ho letto qualcosa che ha fatto sollevare la palpebra chiusa: LA GRANITA CHE NON SI CRISTALLIZZA!!!!!!!

Ma come!!!Ho patito una vita e solo ora scopro il “trucco”!!!

Da wikipedia:

Le origini della granita vengono solitamente fatte risalire alla dominazione araba in Sicilia. Gli arabi portarono con sé la ricetta dello sherbet, bevanda ghiacciata aromatizzata con succhi di frutta o acqua di rose[4]. In Sicilia, usavano la neve che d'inverno veniva raccolta sull'Etna, sui monti Peloritani, Iblei o Nebrodi e stivata durante l'anno nelle nivieri, apposite costruzioni in pietra erette sopra grotte naturali o artificiali. In estate veniva prelevato il ghiaccio formatosi per essere poi grattato e ricoperto di sciroppi di frutta o di fiori. Questa preparazione, che sopravvive anche nella grattachecca romana, era diffusa ancora fino al primo Novecento con il nome di rattata (grattata).

Durante il XVI secolo si apportò un notevole miglioramento alla ricetta dello sherbet, scoprendo di poter usare la neve, mista a sale marino, come eutettico per poter congelare le preparazioni - la neve raccolta passò così da ingrediente a refrigerante. Nacque il pozzetto, un tino di legno con all'interno un secchiello di zinco, che poteva essere girato con una manovella. L'intercapedine veniva riempita con la miscela eutettica e il tutto poi posto in un letto isolante di paglia. La miscela congelava il contenuto del pozzetto per sottrazione di calore, mentre il movimento rotatorio impediva la formazione di cristalli di ghiaccio troppo grossi.

La granita così preparata ha soppiantato nei secoli la rattata. Nel corso del XX secolo, il pozzetto manuale raffreddato da ghiaccio (o neve) e sale è stato dappertutto sostituito dalla gelatiera.

 

Ricetta postata dalla signora del blog “anice e cannella” che ringrazio vivamente.( a sua volta presa dal blog di Sweetcook) 

 

Ingredienti:

2 bicchieri di succo di limone

4 bicchieri di acqua

3 bicchieri di zucchero (ne ho messo un pochino meno )

2 cucchiaini di amido di grano (frumina )………ecco il “trucco”…..

 

Mettere in una ciotola lo zucchero e la frumina ed aggiungere,a freddo,l’acqua ed il succo dei limoni.

Usare come dosatore un bicchiere di plastica.

Versare in un contenitore largo e basso e porre nel congelatore.

Il “trucco “ ha funzionato.

 

Nota: domani posterò una nuova ricetta con questa granita che,senza falsa modestia,è qualcosa di spettacolare.Datemi ventiquattro ore di tempo e vi farò vedere……. 

 

 

 

5

 

 

 

 1

35 commenti:

  1. rinfrescante ..ahahha meglio tardi mai di questa scoperta.

    RispondiElimina
  2. No!!!!!!!!!!!! L'amido di grano!!!!! Fantastico!!!! Non ci avrei mai pensato! Bravissima :)Ora me la faccio anch'io!! Che oggi fa più caldo di ieri... sob... Un bacione :)

    RispondiElimina
  3. @MARY si,meglio tardi che mai; una abbraccio.
    @ LAURA .....e poi fammi sapere.Un abbraccio anche a te.

    RispondiElimina
  4. come la frumina nella granita?! mai saputo nulla! allora noi poveri celiaci manco quella possiamo mangiare al bar? ma facendola a casa possiamo sostituirla con amido di riso ;) io la granita delle mie parti la faccio diversamente, somiglia più a un sorbetto al limone ed è liscia e setosa...ma ho scoperto che è un prodotto tipico del mio paese d'origine (prov. CL) e non l'ho mai visto altrove. Grazie per il prezioso suggerimento e buona giornata :))

    RispondiElimina
  5. Il trucco è la frumina. La proverò.
    P.S. Che meraviglia quei limoni.

    RispondiElimina
  6. buonaaaaaaaaaa.
    devi farti due risate guardando i miei video sul cannolo e sugli arancini durante la mia trasferta a Taormina ;)))

    cioa cris

    RispondiElimina
  7. Grazie per il trucco. Sei una fonte inesauribile di sorprese!

    RispondiElimina
  8. @ CRISTIANO ho provato alcuni giorni fa a guardare il video ma c'era qualche problema e non l'ho potuto vedere.Più tardi riproverò con piacere.
    @ FRA questi limoni non sono dei miei alberi (i miei li fanno più piccolini)ma li ho avuti regalati dalla "nuora",la fidanzata di mio figlio.
    @ SONIA l'amido di riso va benissimo.Anch'io faccio il sorbetto di limone (più gelato che granita)ma con il bimby.
    @ A PIEDI NUDI SUL DIVANO grazie,sei un amore!!

    RispondiElimina
  9. Ciao, l'avevo già vista qui sul Forum di cookaround:
    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=83734&page=4
    Postata il 09-07-2008 18:34 da ni hao - Senior Cookino Titolo "L'amido nella granita di limone"
    Saluti Giulia

    RispondiElimina
  10. @ Ciao Giulia,le ricette circolano ed attribuirne la paternità è alquanto difficile.

    RispondiElimina
  11. Mariaianca è una ricetta stupenda e la faccio subito, adoro la granita di limoni, quando andavo in Sicilia me ne facevo certe mangiate/bevute...è fatta per le temperature siciliane, toglie la sete, è buona....
    questa cosa della paternità delle ricette conincia ad essere un problema, a volte devi citare 3/4 persone per fare una cosa, e io spesso rinuncio, lo trovo assurdo, basterebbe citare l'ultima, quella da dove tu hai copiato e non risalire sempre alla prima....che dici?
    sulle padelle: prova a comprarne una e vede la differenza...baci

    RispondiElimina
  12. @TAMTAM fammi poi sapere il risultato della granita.Domani ti farò vedere come l'ho conciata per le feste (la granita si intende!!!)
    Sono d'accordo con te sulla provenienza delle ricette: è giusto citare dove abbiamo visto e preso una ricetta ma risalire al vero autore è quasi impossibile.Questa ricetta della granita l'avevo postata anch'io su cookaround tanto tempo fa sempre citando anice e cannella.
    Un bacione

    RispondiElimina
  13. D'estate é il dissetante che preferisco, ma anche d'inverno a dire la verità.
    Questa granita la provo proprio.
    Baci baci

    RispondiElimina
  14. quasi quasi mi ha rinfrescato solo a vederla questa granita strepitosa!!!!

    RispondiElimina
  15. Perfetta, proverò anch'io... grazie per la furbissima idea. Bacioni

    RispondiElimina
  16. Mai trucco potè essere così gradito! Effettivamente il brutto della granita è che già l'indomani è un monoblocco di ghiaccio... devo assolutamente saperne parlare :)

    RispondiElimina
  17. Dove ci sono i trucchi ci sono io! Mi piace anche perchè io dimentico sempre di girarla e si fa durissima! Laura

    RispondiElimina
  18. Grazie della dritta! E' stupenda!! Bravissima cara! Un bacione.

    RispondiElimina
  19. Mi piace questo trucco, direi che il risultato è garantito! Grazie e buona serata

    RispondiElimina
  20. che voglia di granita che mi hai fatto venire! e a quest'ora dove la trovo? :)

    RispondiElimina
  21. Ottima questa granitae il trucco niente male! Brava e aspetto domani per la prossima!Baci!

    RispondiElimina
  22. Ottima e grazie del trucco!!!
    Però le vostre granite sono uniche, saranno quei meravigliosi limoni.....
    Baci

    RispondiElimina
  23. Non mi resta che provarla!
    Grazie!

    RispondiElimina
  24. Conoscevo il trucco, ma non l'ho mai usato perché la granita non la preparo quasi mai. Questi racconti, però, bellissimi, me li faceva sempre la mia nonna, che mi spiegava come si faceva quando il freezer non c'era... :-)

    RispondiElimina
  25. ma pensa te... non l'avrei mai detto, ma ora che mi hai svelato il trucco mi fiondo a provarla. Naturalemnete posso scegliere il succo in base al gusto preferito vero? Tipo..per una granita alla menta, lo sciroppo di menta va bene? Quello in bottiglia acquistato intendo.
    Grazie, grazie grazie per tutti i tuoi trucchetti ^____^ ho fatto bene ad unirmi al tuo blog, così non mi sfugge più niente :)) buon pomeriggio, bacio.

    RispondiElimina
  26. @ ZUCCHINA certo,qualunque succo,ottimo lo sciroppo di menta.
    Grazie anche a te.

    RispondiElimina
  27. Fantastica! Io proverò con l'amido di mais dovrebbe avere lo stesso effetto! Penso proprio che mi farò quella di caffè. Devi sapere che io son messinese e son cresciuta a granite e brioche... mi mancano tantissimo...

    Un abbraccio Mariabianca e grazie :)

    RispondiElimina
  28. Grazie per il tuo commento nel mio blog, cara MariaBianca, scrivimi all'indirizzo email che trovi sul blog quando saprai i giorni in cui sarai a Favignana. Faremo senz'altro in modo di incontrarci. Ti aspetto!

    RispondiElimina
  29. Mariabianca, io la granita, come congela un pò, la frullo o con il minipimer o con il frullatore e rimane sempre morbida.
    Ma ora proverò la tua scoperta!
    BACIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  30. mi avevano detto di aggiungerci un albume sbattuto ma nn sapevo della frumina!stasera provo!!mi è venuta voglia di granitaaaaa!!!lauraincucina giallo zafferano

    RispondiElimina
  31. è una cosa buonissima.... devo provarla, percio a breve la vedrai anche sul mio blog!!! ;) ti seguo, il tuo blog è meraviglioso!

    RispondiElimina
  32. Ci vuole una granita fresca come questa..
    Aspetto arrivo!!
    Buona serata.
    Incoronata

    RispondiElimina
  33. io l'amido di riso lo metto anche nel gelato della gelatiera, poi un cucchiaino di miele o due cucchiaini di rum o altro liquore secco.
    In questo modo non cristallizza. L'ultima volta ho messo tutti e tre gli ingredienti, ed è venuto un fiordilatte eccezionale!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...