Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

giovedì 28 aprile 2011

La pizza con la pasta madre


Fai click sulle foto per ingrandirle.


Qualche anno fa la mia amica cookina Lidia mi ha regalato 100 g di pasta madre che io,amorevolmente,curo ogni settimana rinfrescandola.





La foto che vedete sopra è della pasta madre appena uscita dal frigorifero e,quindi,ancora da rinfrescare.
La rinfresco mettendo nel bimby (ad esempio) 200 g di pasta madre e 100 ml di acqua (quindi metà di acqua rispetto alla quantità di pm)e faccio andare 30 secondi velocità 3. Poi aggiungo la farina 00 in quantità pari a quella della pm (cioè 200g ) e faccio andare per 30 secondi a velocità 5.Poi faccio lievitare a palla per tre ore.


Ho sempre fatto la pizza utilizzando varie ricette ma questa,con la pasta madre,è superlativa.
Ingredienti:
700 g di semola rimacinata di grano duro
100 g di pasta madre rinfrescata
450 ml di acqua tiepida
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
10 g di sale

Inoltre:
pomodoro ciliegino
origano
rucola
prosciutto crudo
mozzarella
svizzero
salame piccante
olio extravergine d’oliva
sale

Per l’impasto della pizza mi faccio aiutare dal mio amato apparecchio “bimby” ma si può tranquillamente preparare o a mano o con qualsiasi altra macchina impastatrice.
Usando la pasta madre è chiaro che i tempi di lievitazione sono molto lunghi ma l’attesa ripaga abbondantemente.

Mettere nel bimby l’acqua,la pasta madre a pezzetti,l’olio e fare andare per due minuti e trenta secondi a velocità 2.
Aprire il boccale, aggiungere la semola rimacinata di grano duro ed il sale, e fare andare prima venti secondi a velocità 5 e poi due minuti e trenta secondi a velocità spiga.
L’impasto è fatto.
Fare la classica palla incisa con una croce e mettere a lievitare o in forno preriscaldato a 50° oppure usando il vecchio sistema delle nonne: la copertina sopra l’impasto da lievitare.





Ho atteso dalle 16 alle 18 ore e poi ho prelevato l’impasto ben lievitato dalla bacinella e l’ho steso su una grande teglia quadrata precedentemente ben oleata.
Ho rifatto lievitare per alcune ore ( 3-4 ore).
Ho deposto,in fila,tanti pomodorini ciliegino ,ho messo sopra dell’odoroso origano,pizzichini di sale sui pomodorini,un generoso giro di olio ed ho infornato a quasi 300° fino a cottura quasi ultimata.




Ho riaperto il forno e cosparso tutta la pizza di dadini di buona mozzarella. Inoltre,su metà pizza ho aggiunto del formaggio svizzero a fettine e del salame piccante.
Ho atteso che,in pochi minuti si sciogliessero i formaggi ed ho spento il forno.
Subitamente ho deposto sull’altra metà della pizza delle fettine di crudo di Parma ed abbondante rucola.
Ora si può mangiare!!!!!!







Con questa ricetta partecipo al CONTEST
di Elisina

6 commenti:

  1. Splendida pizza! Volevo farti tanti tanti complimenti sei davvero molto brava: ho già adocchiato alcune ricettine che prima o poi farò (come il tonno sott'olio) e anche questa pizza seppure in versione senza glutine.
    Grazie per tutte queste belle ricette e a presto :)
    Olga

    RispondiElimina
  2. Grazie a te Olga,sei gentilissima.
    Il tonno sott'olio fatto in casa è qualcosa di spettacolare.

    RispondiElimina
  3. mmmmmmmm......che buona!!!!!!!spero di provarla al più presto,la mia pasta madre e sorella della tua

    RispondiElimina
  4. Allora siamo parenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Posso usare la farina O ? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio di si.
      Con la semola rimacinata di grano duro viene una pizza più corposa,come amiamo mangiarla in Sicilia.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...